Cosa è il Panel Svizzero LGBTIQ+?

Il Panel Svizzero LGBTIQ+ è coordinato dalla Dr. Tabea Hässler (Università di Zurigo) e dalla Dr. Léïla Eisner (Università di Losanna). Si tratta di uno studio longitudinale che valuta annualmente la situazione degli individui LGBTIQ+ (lesbiche, gay, bisessuali, trans, intersex e queer) in Svizzera. Le prime due inchieste annuali (2019 e 2020) sono entrate state compilate da più di 1700 individui appartenenti alla comunità LGBTIQ+ e da eterosessuali cisgender (ovvero indivui eterosessuali, la cui identità di genere corrisponde al genere assegnato alla nascita). Il terzo sondaggio è online.

L’obiettivo del Panel Svizzero LGBTIQ+ è di ampliare l’attuale conoscenza per quanto concerne l’integrazione degli individui LGBTIQ+ all’interno della società svizzera e la sua evoluzione nel tempo.

Il monitoraggio nel tempo è importante perché attualmente si sa poco su come le opinioni e i livelli di soddisfazione delle persone possano mutare gradualmente o bruscamente in seguito ad eventi specifici all’interno della società (estensione della legge antidiscriminazione, possibile legalizzazione del matrimonio per persone dello stesso sesso).

Crediamo che le informazioni riportate dal Panel Svizzero LGBTIQ+ abbiano un’alta rilevanza pratica per individui LGBTIQ+, per cis-eterosessuali, per tutti coloro implicati in un contesto educativo, per organizzazioni non-profit, professionisti, e i responsabili politici che mirano a promuovere la salute e l’integrazione degli individui LGBTIQ+.