Le Basi

Cos’è il Panel Svizzero LGBTIQ+?

Il Panel Svizzero LGBTIQ+ è coordinato dalla Dr. Léïla Eisner (Università di Losanna) e dalla Dr. Tabea Hässler (Università di Zurigo). Si tratta di uno studio longitudinale che valuta annualmente la situazione degli individui LGBTIQ+ (lesbiche, gay, bisessuali, trans, intersex e queer) in Svizzera. L’obbiettivo del Panel Svizzero LGBTIQ+ è di ampliare l’attuale conoscenza per quanto concerne l’integrazione degli individui LGBTIQ+ all’interno della società svizzera e la sua evoluzione nel tempo. Il monitoraggio nel tempo è importante perché attualmente si sa poco su come le opinioni e i livelli di soddisfazione delle persone possano mutare gradualmente o bruscamente in seguito ad eventi specifici all’interno della società (estensione della legge antidiscriminazione, possibile legalizzazione del matrimonio per persone dello stesso sesso). Crediamo che le informazioni riportate dal Panel Svizzero LGBTIQ+ abbiano un’alta rilevanza pratica per individui LGBTIQ+, per cis-eterosessuali, per tutti coloro implicati in un contesto educativo, per organizzazioni non-profit, professionisti, e i responsabili politici che mirano a promuovere la salute e l’integrazione degli individui LGBTIQ+.

Qual è l’obiettivo del Panel Svizzero LGBTIQ+?

Le persone LGBTIQ+ in tutto il mondo si trovano ancora ad affrontare pregiudizi, discriminazioni e disuguaglianze strutturali. Anche in Svizzera la situazione è simile, infatti gli ultimi rapporti indicano che la grande maggioranza delle persone LGBTIQ+ segnala un allarmante tasso di discriminazione e di rifiuto. Inoltre, le persone LGBTIQ+ in Svizzera si trovano ad affrontare molte disuguaglianze legali. La situazione sta però rapidamente cambiando. A causa di questi rapidi cambiamenti, abbiamo creato il Panel Svizzero LGBTIQ+ che si propone di monitorare e comunicare come la salute e il sentimento di inclusione delle persone LGBTIQ+ in Svizzera si modificano nel tempo. L’indagine riguarda temi emergenti nel contesto svizzero (ad es. la legalizzazione del matrimonio tra persone dello stesso sesso), le esperienze personali delle persone LGBTIQ+ (ad es. forme di sostegno, discriminazione, coming out, esperienze nel contesto scolastico) e le azioni per cambiare la situazione in Svizzera. Riteniamo che queste informazioni abbiano un’elevata rilevanza pratica.

Partecipazione

Posso entrare a far parte del Panel Svizzero LGBTIQ+?

Sì, può trovare il nostro terzo sondaggio annuale qui. Inviaci un’e-mail se sei interessato/a a partecipare al prossimo sondaggio.

Chi può partecipare?

Possono partecipare al sondaggio gli individui LGBTIQ+ e gli individui eterosessuali cisgender che vivono in Svizzera.

Molte persone hanno già partecipato allo studio. Perché dovrei partecipare?

Partecipando a questo sondaggio, contribuirete a un progetto di ricerca in corso che abbraccia tutta la Svizzera. Per poter rappresentare tutta la popolazione in modo affidabile, abbiamo bisogno di partecipanti il più possibile diversificati e diversificati. Ogni singola persona che partecipa allo studio è incredibilmente importante per noi, poiché ogni singola risposta può contribuire ad aumentare l’affidabilità e l’accuratezza delle nostre conclusioni. Come ringraziamento, tutti i partecipanti parteciperanno a un sorteggio per un buono del valore di 100 CHF e due buoni del valore di 50 CHF ciascuno.

Ho già partecipato l’anno scorso, perché dovrei partecipare anche quest’anno?

Siete tutti pregati/e di rispondere al questionario anche se pensate che le vostre opinioni siano le stesse dell’anno scorso o se non avete partecipato precedentemente. Ciò è molto importante, poiché non sapremo quali delle vostre opinioni sono cambiate e quali rimangono invariate se non rispondete alle domande anche quest’anno. Cerchiamo inoltre di raggiungere le persone che non sono state raggiunte nell’anno precedente. Siete pregati/e di notare che le vostre risposte sono vitali per il proseguimento del progetto e che le vostre risposte a questo questionario continueranno a fornire informazioni estremamente preziose anche se potreste non essere disponibili a partecipare negli anni successivi. La maggior parte delle persone può completare il questionario in circa 20-30 minuti. Alcune delle domande sono di natura delicata e siete liberi di lasciare in bianco le domande alle quali non vi sentite a vostro agio a rispondere.

Questionario

Perché avete diverse versioni del questionario?

Per tenere conto delle sfide specifiche (ad esempio, situazione legale, discriminazione) che i diversi sottogruppi della comunità LGBTIQ+ devono affrontare, abbiamo progettato diverse versioni di un questionario web create su misura per le minoranze sessuali (cioè, individui con un orientamento sessuale minoritario come gay, lesbiche, bisessuali o pansessuali) e per le minoranze di genere (ad esempio, individui che si identificano come trans o intersessuali). Poiché l’orientamento sessuale e l’identità di genere sono distinti, le persone possono essere membri sia di minoranze sessuali che di genere. Per mantenere uniforme la durata del sondaggio, abbiamo assegnato le persone a una versione del questionario. Tuttavia, rimaneva comunque la possibilità di compilare la versione sia per le minoranze sessuali che per quelle di genere. Infine, sono stati invitati a partecipare al sondaggio anche gli individui cis-eterosessuali interessati.

In quali lingue è disponibile il questionario?

Il questionario è disponibile in inglese, tedesco, francese e italiano.

Perché ho la sensazione che alcune domande siano ripetitive?

Nelle statistiche, si utilizzano più domande relative a un argomento per misurare l’atteggiamento di fondo. Idealmente le domande non dovrebbero essere troppo ripetitive. Stiamo ancora lavorando per migliorare il nostro questionario e il vostro contributo ci aiuterà a perfezionarlo.

Posso suggerire una domanda per il sondaggio del prossimo anno?

Quando partecipate al sondaggio, potete suggerire argomenti che dovremmo trattare nel sondaggio dell’anno successivo. Includiamo sempre alcuni di questi suggerimenti nei nostri questionari.

Finanziamento, Etica, Team, Privacy

Come viene finanziato il Panel LGBTIQ+ svizzero?

Il Panel Svizzero LGBTIQ+ è sostenuto dal Fondo Nazionale Svizzero per la Ricerca Scientifica attraverso una sovvenzione AGORA (CRARP1_198594).

Chi c’è dietro il Panel Svizzero LGBTIQ+?

La Dr. Léïla Eisner (Università di Losanna) e la Dr. Tabea Hässler (Università di Zurigo) sono le responsabili per il Panel Svizzero LGBTIQ+. Potete saperne di più sul nostro team.

Quali sono i dettagli dell’approvazione etica del Panel svizzero LGBTIQ+?

Il Panel svizzero LGBTIQ+ viene sottoposto a revisione ogni tre anni dalla Commissione etica dell’Università di Zurigo. Numero di riferimento: 19.12.2

Come proteggete i miei dati personali e le informazioni di contatto?

Prendiamo molto sul serio la riservatezza dei nostri partecipanti. Tutte le informazioni da voi fornite rimarranno riservate e non saranno associate al vostro nome. I dati del vostro questionario sono quindi anonimi. Tutti gli indirizzi e-mail sono memorizzati separatamente dai dati del questionario. I dati di contatto dei partecipanti vengono utilizzati esclusivamente per contattare i partecipanti al fine di continuare la loro partecipazione al Panel Svizzero LGBTIQ+ e per fornire loro informazioni e feedback sui risultati delle ricerche del Panel Svizzero LGBTIQ+.

Dove posso leggere di più sulle recenti scoperte del Panel svizzero LGBTIQ+?

Per saperne di più sulle recenti scoperte. Il Panel Svizzero LGBTIQ+ ha anche una pagina Facebook, un account Instagram e un account Twitter, che aggiorniamo regolarmente con notizie sullo studio, riassunti e video. Le nostre scoperte verranno inoltre pubblicate all’interno di riviste scientifiche.

Alcune domande sono rimaste senza risposta? Non esitate a contattarci:
contact@swiss-lgbtiq-panel.ch.